DISCRIMINAZIONE PER ETA’ ? ADESSO BASTA !

DISCRIMINAZIONE PER ETA’ ? ADESSO BASTA !

Un nuovo servizio di ATDAL Over 40 per promuovere le pari opportunità nell’accesso al lavoro

Volevate candidarvi per una posizione di lavoro o per un concorso pubblico, ma l’annuncio o il bando conteneva limiti di età ? La nostra Associazione, iscritta al n. 257 del Registro UNAR degli enti che svolgono attività nel campo della lotta alle discriminazioni, mette a disposizione di tutti un nuovo strumento finalizzato a promuovere le pari opportunità nell’accesso al lavoro. Scaricate questo modulo, compilatelo ed inviatelo via mail a: pariopportunita@atdal.euDiscriminazione

Saranno prese in considerazione anche discriminazioni basate su fattori diversi dall’età (come ad esempio il genere maschile o femminile, la disabilità o l’etnia di appartenenza).

Grazie all’intervento di ATDAL Over 40 sono già stati cancellati o modificati diversi annunci contenenti limiti di età illegittimi.

Clicca qui  e qui  per visualizzare due annunci modificati il 29 agosto 2018

Clicca qui per visualizzare un annuncio modificato il 2 giugno 2018

Clicca qui per visualizzare tre annunci modificati il 19 aprile 2018

Clicca qui per visualizzare un annuncio modificato l’11 aprile 2018

Clicca qui per visualizzare un annuncio modificato il  27 marzo 2018

Clicca qui per visualizzare un annuncio modificato il 31 gennaio 2018

Clicca qui per visualizzare un annuncio rimosso il 22 dicembre 2017

Clicca qui per visualizzare un avviso di selezione modificato il 4.8.2017

Clicca qui per visualizzare un annuncio rimosso il 6.8.2016

Clicca qui per visualizzare un avviso di selezione modificato il 6.4.2016

Clicca qui per visualizzare un annuncio cancellato il 28.9.2015

 

 

 

 

Avvertenze importanti – da leggere prima della compilazione:

Il modulo:

  1. può essere utilizzato soltanto per segnalazioni di SINGOLI atti o fatti, e NON per situazioni complesse o protratte nel tempo;
  2. contiene i dati necessari ad ATDAL Over 40 per valutare se una determinata situazione (ad es. un annuncio per  ricerca di personale pubblicato su internet, diffuso via mail oppure sulla stampa, un bando di concorso, una dichiarazione verbale o scritta, un comportamento oppure un’omissione ecc.) costituisca una violazione delle norme sulle pari opportunità nell’accesso al lavoro;
  3. non comporta alcun obbligo o responsabilità per ATDAL Over 40;
  4. potrà essere utilizzato da ATDAL Over 40 per la segnalazione dei fatti ivi descritti all’UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni – Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità) e/o ad altre competenti autorità;
  5. al di fuori dei casi previsti al punto 4, non verrà comunicato a soggetti estranei ad ATDAL Over 40, e sarà archiviato ed utilizzato da ATDAL Over 40 in forma aggregata per fini statistici, di ricerca e di studio delle discriminazioni sul lavoro.

L’idea di offrire questo servizio nasce dalla partecipazione di ATDAL Over 40 ad un corso di formazione organizzato nel 2015 dallUNAR, condotto da Paolo Ferrari da Passano, responsabile del Contact Center UNAR e coordinatore del gruppo per la gestione delle segnalazioni di atti di discriminazione, insieme alla psicologa e psicoterapeuta Gerardina Santosuosso e ad altri professionisti. Abbiamo approfondito la discriminazione razziale, religiosa, per identità di genere, orientamento sessuale, istituzionale, per disabilità, nei mass-media, web e social networks e soprattutto la discriminazione per età.

Quante volte leggendo annunci di lavoro incontriamo limiti d’età per lavori che potremmo svolgere, e avvertiamo un senso di disagio e rabbia perché ci sentiamo esclusi a priori pur avendo competenze e professionalità acquisite negli anni ? La discriminazione è una realtà quotidiana, ognuno di noi almeno una volta ne è stato vittima ma possiamo COMBATTERLA.

Una conferma recente è stata data proprio dalla Corte d’Appello di Milano – Sezione Lavoro, che con sentenza n. 579 del 20 maggio 2016  – ribaltando la decisione del giudice di primo grado che aveva dato torto ad una candidata – ha stabilito  che si ha il diritto di escludere una persona da una selezione soltanto se un determinato requisito richiesto dal datore di lavoro è “essenziale e determinante” per lo svolgimento del lavoro offerto.  Il caso esaminato (per info: http://goo.gl/pxvcQZ)  riguardava una discriminazione per motivi di fede religiosa ma attenzione ……. anche i limiti di età negli annunci di lavoro sono soggetti a questa regola ! Ciò significa che un’azienda può escludere un candidato solo se il non superare una certa età (35, 40, 45 anni ecc.) è “essenziale e determinante” per svolgere lo specifico lavoro offerto.

 

read more

Articoli Correlati

Tags

Condividi